La Skincare di Primavera: trucchetti per affrontare il cambio di stagione al top

La stazione più frizzante dell’anno è alle porte, le temperature si alzano, l’aria fresca accarezza il viso e la nostra pelle cambia le sue esigenze, in questo articolo parlerò della Skincare di Primavera e dei trucchetti per affrontare il cambio di stagione al top!

Se fino a poche settimane fa dovevamo proteggerla e nutrirla a fondo, ora la richiesta è di texture più leggere ma in grado di difendere il film idrolipidico, ma.. Che cosa è, e perchè è importante preservarlo in ogni stagione?

Il film idrolipidico si trova su tutta la superficie cutanea e la “riveste” con la sua componente “idrofila” e con quella “lipidica”, la sua funzione è quella di mantenere idratata la pelle ovvero di cedere acqua ed evitare che questa evapori, è molto importante preservare questa composizione per fare in modo che la pelle sia sempre elastica, morbida, luminosa  e, in poche parole,  sana, svolge infatti anche un’azione protettiva contro microrganismi che potrebbero andare ad intaccarla.

Ora che abbiamo capito l’importanza di tutelare i naturali meccanismi di protezione e bellezza che ci offre la nostra pelle, vediamo come sostenerli in modo delicato ma efficace grazie all’aiuto di cosmetici formulati con preziosi attivi vegetali specifici per le varie esigenze.

Il PRIMO STEP è sempre la detersione che, a mio avviso, segue la seguente regola: non troppa e non poca.

Il consiglio della vostra ErboElena è quello di concedervi a due detergenti, uno per la mattina ed uno per la sera,

con il primo andremo a rimuovere le sostanze di scarto prodotte dalla pelle durante la notte, mentre di sera l’obiettivo sarà eliminare tutto ciò che si è depositato sul nostro viso durante la giornata, quindi oltre al make-up, anche smog, polvere ed altre impurità.

Esempio:

MATTINO- Latte detergente struccante 

SERA- Gel detergente o mousse detergente 

Consiglio di applicare i prodotti con le mani sul viso asciutto o umido, come fareste con un sapone, e poi sciacquare con abbondante acqua tiepida, per asciugare preferibilmente con una salvietta monouso da tamponare delicatamente sul viso (non sfregate, mi raccomando!).

Dopo la detersione il tonico è sempre un must, riporta in equilibrio il pH e risveglia la pelle rendendola luminosa, in questo caso potete picchiettare il prodotto con le dita pulite oppure utilizzare un dischetto di ovatta imbevuto di prodotto.

Quando la mia pelle è stanca e spenta io mi concedo quello che ho battezzato “Trattamento Tutankhamon”: prendo dei kleenex, li taglio in strisce dell’altezza di circa 3 cm, li spruzzo con l‘Elisir Tonificante di Palmea li applico su tutto il viso facendo una sorta di bendaggio (da qui il nome 😛 ), mi corico a letto ascoltando una musica rilassante per 10/15 minuti, tolgo le striscioline e apprezzo il risultato: pelle luminosa e morbida!

Il SECONDO STEP potete tranquillamente concedervelo una o due sere a settimana e prevede uno scrub ed una maschera ad hoc per voi!

Perchè alla sera?!

Perchè lo scrub prevede una minuziosa rimozione delle particelle più piccole che non vengono eliminate con la detersione quotidiana, questo può essere fatto in modo meccanico (granellini esfolianti) o chimico (acidi dolci/ enzimi), qualsiasi sia la vostra preferenza, andrete a sottoporre la pelle a una pulizia profonda che potrebbe sensibilizzarla, è quindi meglio evitare di esporvi al sole o agli agenti esterni dopo questa operazione accurata.

Lo scrub “pulisce” a fondo eliminando impurità, sostanze di scarto e cellule morte che creano una sorta di “strato” inutile ed occlusivo che infastidisce la pelle (da cosa pensate che siano causati quei fastidiosi punti neri?), e diminuisce l’assorbimento e quindi l’efficacia delle creme che avete scelto con tanta cura.

Personalmente adoro lo Scrub alla Crusca di Riso di Palmea perchè lo trovo molto delicato ma efficace, l’azione meccanica della crusca di riso si percepisce delicatamente perchè associata ad un emulsione morbida ed emolliente che ne rafforza l’azione prendendosi sempre cura della componente idrofila e lipidica della nostra pelle.

La maschera varia a secondo delle vostre necessità: nutriente, idratante, seboriequilibrante, rimpolpante, calmante.. Dipende da voi e abbiamo l’imbarazzo della scelta, cliccando qui potete trovare tutte le nostre proposte per il vostro momento maschera!

Le maschere sono un concentrato di attivi preziosi per risvegliare la pelle e trattarla in modo specifico, possono essere lasciate in posa 10 o 15 minuti (dipende), oppure anche tutta la notte con la variante “notturna”, solitamente caratterizzata da una texture più leggera rispetto alla maschera classica, che le permette di essere assorbita facilmente e non “appiccicare”, vi sembrerà di aver applicato una classica crema notte, e invece no, state facendo il pieno di attivi e il giorno dopo, al risveglio, ne noterete la differenza! 😉

Il TERZO STEP è rappresentato dal siero che deve avere due caratteristiche: essere una bomba di concentrazione di attivi e non essere percepito!

Mi spiego meglio: il siero non si sostituisce alla crema (la mia unica eccezione è il Rituale Supremo di Palmea che in agosto, viste le alte temperature, applicavo da solo dopo la detersione), ma ne aumenta l’efficacia.

Il siero per eccellenza per quanto mi riguarda è il Rituale Supremo che citavo prima, una volta utilizzato è difficile resistergli perchè quando non c’è, la differenza si nota, eccome! E’ antiossidante, opacizzante, reidratante e lenitivo, contiene estratti di Dattero, Ribes nigrum, Vite rossa, Papaya fermentata ed Oligoelementi; ha una texture lattiginosa e bastano quattro gocce su tutto il viso perchè si assorba nell’immediato e permetta poi di passare alla crema.

Il Rituale Supremo è il top per quasi tutti i tipi di pelle tranne per due eccezioni: acne molto infiammata o pelle super sensibilizzata, in quei casi il consiglio è di dedicarsi a una skincare completamente diversa di cui parleremo prossimamente.

Il QUARTO e, sarete felici di saperlo, ultimo step riguarda crema e contorno occhi.

Il contorno occhi deve essere rispettoso della delicata zona perioculare e studiato appositamente per la varie esigenze: idratare, riempire (per quanto possa farlo un cosmetico) le piccole rughe e svolgere azione tensore, controllare borse o occhiaie.. E può essere più o meno ricco, in gel, in crema, più nutriente, più leggero.. Insomma, il mondo dei contorno occhi è ampio e variegato, ricordate però che più un contorno occhi è “ricco” ed “oleoso”, più il trucco scivolerà via, meglio tenere questo tipo di prodotti per la skincare notturna e di giorno scegliere un cosmetico che sia compatibile anche con la nostra sacrosanta esigenza di nascondere le occhiaie da panda 😛

Per quanto riguarda la crema viso, la scelta dipende dalle necessità e delle abitudini: dobbiamo considerare il tipo di pelle, quello che desiderate a livello di piacevolezza dalla vostra crema (che sia morbida o con effetto “tensore”, per esempio), il tipo di prodotto che poi andrete ad applicare nella vostra quotidianità (fondotinta liquido o in polvere? Di che tipo?), se amate avere un prodotto per il giorno e uno per la notte o se ne uno solo per le 24 ore.

Tutti questi sono aspetti da considerare per scegliere la crema giusta, in linea generale io le suddivido così:

Questo breve elenco è lo scheletro su cui lavorare per capire quale prodotto scegliere, non basta dire “ho i brufoli” per scegliere una crema per pelle grassa, ma dobbiamo considerare tutta la skincare, le abitudini della persona e perchè no, valutare anche un’integrazione con officinali e fermenti lattici.. ma questo sarà un altro articolo!

Voi che beauty routine avete? Quali sono le vostre coccole di bellezza?

Per qualsiasi informazione sono a vostra disposizione <3,

avevo pensato di strutturarvi dei pacchetti specifici per la varie necessità ma alla fine ho deciso che è meglio scegliere passo a passo i prodotti giusti per ognuno di noi perchè la nostra pelle merita tempo e attenzioni, ed è più facile concederglieli se riusciamo a trovare delle strategie capaci di integrarsi con le nostre abitudini ed il tempo che abbiamo a disposizione!

Un abbraccione,

Elena 🙂 

 

P.s. Se ti va, condividi questo articolo con i tuoi amici sui social 🙂 grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!