Lavanda, olio essenziale e relax!

Il tuo ricordo è la mia felicità“, una volta ho trovato questa frase associata alla Lavanda e mi è piaciuta talmente tanto, che ho deciso di inserirla nelle citazioni dei miei Gioielli Officinali.

La Lavanda.. Pianta di ricordi e tradizione, dei sacchetti profumati della nonna e del bucato appena fatto, delle fioriere sul balcone e dei cespugli in giardino, della Provenza, dei campi, delle api e di quel suo profumo delicato.. Non c’è niente da fare, la Lavanda o la si ama o la si odia, ma qualunque siano i vostri sentimenti nei suoi confronti, vi consiglio di continuare a leggere perchè nasconde caratteristiche e attività davvero molto utili ed interessanti!

Partiamo dalle basi, due parole sul suo aspetto: è un’aromatica perenne e cespugliosa che fiorisce da giugno (ci siamo quasi!) a settembre, le sue foglie sono lunghe e sottili, mentre i suoi fiorellini si raccolgono in “spighe” alla fine del fusto, sono di un bel colore blu-viola (dipende molto dalla specie) e sono molto profumati.

E’ proprio dai fiori che si ottiene l’olio essenziale; nelle calde mattine di luglio e agosto le infiorescenze vengono raccolte, essiccate e in seguito sottoposte a distillazione in corrente di vapore da cui hanno origine l’olio essenziale e l’idrolato!

Arriviamo così al protagonista di questo articolo: L’OLIO ESSENZIALE!

Esistono diverse specie di Lavanda da cui si ottengono oli essenziali con composizioni leggermente diverse, il più diffuso in commercio è quello della Lavanda angustifolia.

La parola d’ordine di questa aromatica è CALMA (ohhhhmmmmm) infatti è indicata per rilassare la mente e il corpo, lenire le irritazioni cutanee (punture di insetto comprese), utile per chi ha la pelle e il cuoio capelluto grassi e per i frequentatori più sgraditi delle testoline degli studenti delle elementari: i pidocchi!

Come tutti gli oli essenziali, anche in questo caso vi consiglio di diluirlo in un vettore (di solito un olio vegetale o gel di Aloe) per non applicarlo puro sulla pelle, potete miscelarlo in un cucchiaio o in un piccolo recipiente ma vi sconsiglio di aggiungere l’olio essenziale all’intera confezione di olio di mandorle (per fare un esempio), meglio prepararlo di volta in volta.

Ecco alcune combinazioni facili facili:

  • MASSAGGIO RILASSANTE PER BAMBINI: due gocce di olio essenziale di Lavanda in un cucchiaio di olio di Mandorle Dolci, perfetto da massaggiare sotto ai piedini dei bimbi per favorire il sonno, può essere anche applicato sul pancino in caso di fastidi o anche solo per una coccola di benessere!
  • PEDILUVIO RILASSANTE: in una bacinella, aggiungere un bicchiere di sale grosso, 5 o 6 gocce di olio essenziale di Lavanda e immergere i piedi fino a quando se ne sente il bisogno. Questo pediluvio è perfetto prima di andare a dormire ma anche per scaricare le tensioni di una giornata pesante e riposare i piedini stanchi!
  • GEL POST RASATURA: in un cucchiaio di gel di Aloe, aggiungere 3 gocce di olio essenziale di Lavanda, mescolare e massaggiare sulla pelle, può essere indicato sia per il corpo che per il viso (in questo caso diminuire a 2 le gocce di olio essenziale).
  • GEL ANTIPIDOCCHI: stessa ricetta del GEL POST RASATURA ma applicare intorno alle orecchie e all’attaccatura dei capelli prima di andare a scuola (o nelle circostanze in cui è possibile incappare nei perfidi pidocchietti!).
  • GEL DOPOPUNTURA: stesso procedimento del GEL POST RASATURA , usare 5 gocce di olio essenziale e applicare localmente sulla puntura (o massaggiare sull’intera area irritata), la stessa preparazione può essere sfruttata in modo analogo sui brufoli.
  • CREMA DECONTRATTURANTE: in un cucchiaio di crema base, aggiungere 5 gocce di olio essenziale di Lavanda e massaggiare sulla zona dolorante.
  • CREMA RELAX: in caso di lieve mal di testa o tensione, aggiungere a un cucchiaio di crema base 2 gocce di olio essenziale e massaggiare delicatamente sulle tempie.
  • DOCCIASCHIUMA CALMANTE: aggiungere due gocce di olio essenziale in un cucchiaio di detergente corpo da usare sotto la doccia (o nella vasca da bagno!), è indicato dopo l’esposizone solare o in caso di pelle irritata, inoltre è rilassante e il suo profumo vi farà spuntare un sorriso!

E’ possibile fare anche delle “inalazioni a secco” ovvero mettere due gocce su un fazzoletto e annusarlo nel momento in cui ci si sente particolarmente agitati, un’altra idea è quella di riporlo sotto al cuscino per favorire un sonno sereno.

Arriviamo poi all’uso tradizionale più conosciuto: i sacchettini per gli armadi con i fiori essiccati! Per rinnovare la profumazione 4 o 5 gocce sono sufficienti per creare un ambiente sgradito alle tarme, da ripetere quando si fa il cambio stagione.

 

Visto? Non scherzavo quando dicevo che la Lavanda ha tantissimi utilizzi!

Nello shop potete trovare tutti gli ingredienti per creare le vostre miscele lavandose homemade

ma anche la linea di prodotti corpo (già pronta!) dedicata a questo olio essenziale molto speciale!

Se invece desiderate avere questi fiorellini sempre con voi (insieme a una spruzzata di glitter!) potete scegliere uno dei Gioielli Officinali creati da me con amore e un pizzico di magia!

Come sempre a vostra disposizione e un abbraccio,

Elena 🙂

Ah, dimenticavo! Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! Grazie <3

 

ERBORISTERIA MAGENTINA, Lavanda Extra, Olio Essenziale

ERBORISTERIA MAGENTINA, Lavanda extra, Shampoo doccia

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: